Assoterziario

Archivi categoria: Sil comunicati

A seguito della riorganizzazione della sezione provinciale Sil con il Presidente Francesco Serino, Confesercenti Provinciale di Grosseto intende rilanciare il dibattito pubblico sulle librerie indipendenti, la piccola editoria e sul valore che rappresentano come negozio di vicinato e presidio culturale. L’ultima indagine svolta ha evidenziato che nel nostro territorio le librerie sono aumentate ben oltre il 60% in 10 anni (da 25 a 40 negozi): un dato interessante se consideriamo che in Toscana sono invece complessivamente diminuite del 4%. Un traguardo da festeggiare dunque? Assolutamente no, poiché è l’insediamento delle grandi catene a trainare questa crescita, e se da un lato ciò segnala un interesse nella domanda di “cultura”, dall’altro fa emergere una sempre più “organizzata” omologazione tematica e un generale appiattimento del gusto che, nel contesto non solo regionale ma nazionale, mette a rischio la natura e la vocazione delle librerie indipendenti. La necessità è quella di rispondere a queste difficoltà strutturali del settore e individuare strategie volte a promuovere in modo autentico il mondo del libro, il valore della lettura come fonte di accrescimento e della cultura in generale come motore anche economico del territorio. Sil Grosseto vuole pertanto organizzare un vero e proprio Festival delle librerie e…

Leggi tutto

Prima di nuove aperture guardare a gravi difficoltà delle librerie esistenti “Auspico che il lavoro che porterà ad una nuova legge quadro della filiera editoriale, più volte annunciato nel corso degli ultimi mesi, sia un percorso partecipato ed informato, frutto di dialogo e di conoscenza approfondita del settore, delle sue dinamiche, delle sue difficoltà”. Così il Presidente del SIL Antonio Terzi, in riferimento all’intervento di ieri del Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, nel corso della trasmissione ‘XXI secolo’. “Un percorso che guardi – continua Terzi – ancor prima che alla prospettiva dell’apertura di nuove librerie, alle gravissime difficoltà di sopravvivenza di quelle esistenti, soprattutto delle indipendenti e di prossimità”. “Vorremmo capire quali siano le proposte per compensare sostegni alla domanda fondamentali e recentemente azzerati (bonus biblioteche in particolare) o fortemente ridimensionati (18app nella nuova versione Carta Cultura Giovani e Merito e Tax credit); operazioni che stanno già generando nuove chiusure. O come si possa immaginare una nuova centralità di librerie e cartolibrerie nella distribuzione del testo scolastico”. “I dati in prospettiva al 2030 – conclude il Presidente del SIL -, rilevati poche settimane fa da uno studio Confesercenti, non lasciano spazio a tentennamenti ulteriori. Speriamo che le nostre richieste di…

Leggi tutto

Il Presidente Serino: “A mio avviso la cosa va contestualizzata bene, perché appare come un vero e proprio boom, ma non è così” Sono quasi raddoppiate le librerie in Maremma negli ultimi dieci anni: da 24 a 40 dal 2012 al 2022. Un dato sicuramente positivo ma che merita di essere meglio analizzato per non cadere nei facili entusiasmi. Sono proprio gli addetti ai lavori a suggerire uno sguardo più approfondito «A mio avviso la cosa va contestualizzata bene, perché appare come un vero e proprio boom, ma non è così» interviene Francesco Serino presidente Sil Confesercenti Grosseto. «Queste “nascite” per il nostro territorio hanno significato più che altro l’arrivo delle grandi catene che sì sfruttano un mercato potenziale e una crescente attenzione da parte del pubblico, ma che cercano anche – per le loro politiche aggressive – di limitare la concorrenza dei “privati” e, non per ultimo, sopraffarsi l’un l’altra. Ovviamente l’aumento dei costi (ricarichi più bassi, spese di trasporto più alte) hanno un certo rilievo». Serino vede nel dato anche qualche nota positiva: «Vorrei sottolineare la tendenza del ritorno al negozio fisico, alla ricerca del libro come oggetto, anche in chiave di crescita e arricchimento personale. Quindi, in…

Leggi tutto

Primo impegno: azioni di sensibilizzazione nei confronti del mondo politico e istituzionale sul mancato rinnovo di misure fondamentali per il comparto Si è riunita la presidenza del Sindacato italiano librai Confesercenti che ha approvato la composizione della nuova giunta, proposta dal Presidente Antonio Terzi. Guido Ciarla è il Vicepresidente Vicario con delega alla “varia”; Nicola Maserati è Vicepresidente con delega alla “scolastica”; Alessandro Accurso Tagano è membro di giunta con delega per il Sud. Dopo le nomine la giunta si è subito riunita ribadendo la necessità di riproporre, quanto prima, all’attenzione delle istituzioni e della politica le difficoltà del comparto. “Il rinnovo degli organismi dirigenti del SIL – dice il Presidente Terzi – coincide con una momento molto difficile per il settore”. “Il mancato rinnovo di misure fondamentali per il comparto potrebbero danneggiare pesantemente librerie e cartolibrerie, in particolar modo le più piccole – ha concluso Terzi. Nelle prossime settimane programmeremo azioni di sensibilizzazione specifiche, sia per la “varia” che per la “scolastica”. L’articolo Composta la nuova giunta del SIL proviene da Sil.

Sil: lascia la presidenza Cristina Giussani. Subentra il Vicepresidente Antonio Terzi

Nel corso dell’odierna Presidenza del Sil, la Presidente Cristina Giussani ha confermato le dimissioni date alla fine dello scorso anno. Antonio Terzi, già Vicepresidente, è dunque divenuto Presidente del Sil e manterrà l’incarico fino a fine mandato. “Dieci anni di presidenza nazionale non sono pochi – dice Giussani – e in questo periodo il Sindacato ha ottenuto grandi risultati. In particolare, la legge della promozione del libro e della lettura che ha “messo ordine” alla concorrenza fra librai indipendenti e grandi catene o siti on-line, ma anche il Tax-Credit e altri importanti traguardi. Il tutto grazie alla forte collaborazione con i colleghi della Presidenza, con il Coordinatore nazionale e con tutta la Segreteria nazionale. Chi prende il mio posto mi affianca da sempre: confido dunque che il SIL continuerà a lavorare, per tutti gli associati, in continuità con quanto fatto finora”. “Raccolgo l’invito di Confesercenti e della Presidenza SIL a proseguire nel lavoro di questi anni – sottolinea Terzi. Ringrazio innanzitutto Cristina Giussani che, in tutto il suo mandato, ha sapientemente retto le sorti del sindacato, permettendogli di crescere e di rivelarsi strumento prezioso per i librai”. “Il lavoro – conclude Terzi – riprende in un momento estremamente preoccupante per…

Leggi tutto

Grazie anche all’interessamento e alle sollecitazioni del Sil Confesercenti sono state trasferite, sul nuovo portale, https://cartegiovani.cultura.gov.it/ tutte le informazioni presenti su 18App (dati anagrafici, punti vendita, ambiti e beni, incaricati). Come procedere per confermare la registrazione Per confermare la registrazione e pertanto procedere con l’attivazione per poter validare buoni per la nuova iniziativa “Carta della Cultura Giovani” e “Carta del Merito” è necessario accedere (come Rappresentante Legale o come incaricato) alla nuova piattaforma ed effettuare le seguenti operazioni: inserire la pec; accettare le nuove condizioni d’uso accettare le info privacy. La mappatura Solo dopo essere entrati nel profilo esercente, aver aggiunto la pec, e accettato privacy e condizioni l’esercizio di chi si registra appare nella mappatura dei convenzionati. Attenzione! Senza questo passaggio la mappatura non comprende il libraio che si sta registrando, e di conseguenza, gli utenti non realizzano che in quel negozio è possibile utilizzare l’agevolazione. Clicca qui per scaricare Il manuale esercenti Clicca qui per scaricare Le linee guida per gli esercenti Clicca qui per scaricare Le linee guida per la fatturazione L’articolo Carta Cultura Giovani e Carta del Merito: indicazioni operative per gli esercenti proviene da Sil.

Nel giorno di apertura della piattaforma del Ministero della Cultura per la richiesta della “Carta della cultura Giovani” e della “Carta del merito”, il Sindacato librai della Confesercenti, sottolinea come gli operatori non siano stati ancora informati sulle modalità operative per concedere l’agevolazione. “Non abbiamo ancora notizie certe se si continuerà con l’iter che era proprio del bonus diciottenni o se si procederà in modo diverso”,  spiega il Sil. “Crediamo sia tempo di fare chiarezza in merito e che i librai vengano messi nelle migliori condizioni di operare, anche per evitare errori che possano pregiudicare l’erogazione del servizio”. “Rispetto alla misura – continua il Sindacato librai Confesercenti – avremmo preferito che l’agevolazione continuasse ad andare a tutti i giovani, perché temiamo che, ad esempio, il dover compilare l’Isee possa scoraggiare le famiglie a richiedere la Carta e perché crediamo fortemente che questo strumento abbia contribuito alla crescita culturale dei ragazzi che ne hanno beneficiato”. “Il nostro auspicio – conclude il Sil – è che tra le i tanti acquisti che si possono fare con le Carte, tra biglietti per cinema e teatro, abbonamenti a quotidiani e periodici, musica e libri i ragazzi scelgano questi ultimi, non solo perché così la…

Leggi tutto

I libri più venduti? Quelli consigliati dai librai ai clienti, il valore aggiunto dell’acquisto in libreria Sotto l’albero di Natale ci saranno molti libri, come attesta l’affluenza di persone di tutte le età nelle librerie indipendenti della provincia di Ravenna in questi giorni: il SIL, sindacato librai della Confesercenti, ha raccolto le voci di alcuni librai che restituiscono un dato interessante sulle vendite. Sono proprio i giorni a ridosso della vigilia di Natale a vedere più affluenza nei negozi, e quindi anche nelle librerie: c’è chi va a colpo sicuro chiedendo un titolo specifico e chi invece chiede consiglio ai librai, il vero valore aggiunto dell’acquistare presso un piccolo punto vendita indipendente, anziché preferire l’acquisto online. “Dai dati raccolti emerge come le vendite si attestino sui valori dello scorso anno, con uno scontrino medio dai 15 ai 30 euro” afferma Sara Reali, coordinatrice provinciale SIL-Confesercenti. “Nel territorio provinciale resistono le librerie indipendenti nonostante le difficoltà, ma è tutto merito della competenza dei librai e dell’arte di saper intuire e consigliare i clienti. Un algoritmo non sostituisce il sorriso e la disponibilità di un libraio nel seguire il cliente e guidarlo nella scelta del regalo giusto per i suoi cari.” Massimo…

Leggi tutto

“Il tax credit si conferma un successo: sono state anche quest’anno oltre 1.300 le imprese che hanno ricevuto il beneficio, un sostegno fondamentale per la tenuta delle librerie medie e piccole”. Così Cristina Giussani, Presidente del Sil, il Sindacato italiano librai Confesercenti, commenta i dati relativi al numero di domande accettate per il tax-credit librerie diffusi dal Ministero per i Beni Culturali. “In questi anni, il provvedimento ha dimostrato la sua efficacia nell’offrire un supporto all’intera rete delle librerie, ma in particolare a quelle di minori dimensioni: proprio le attività che erano l’obiettivo principale del provvedimento, e che hanno dimostrato di apprezzare lo strumento. Purtroppo, con la trasformazione del Bonus 18App, il tax credit è rimasto anche l’unico sostegno del comparto. È necessario rifinanziare il fondo destinato alle biblioteche per acquistare dalle librerie del territorio: una misura essenziale per gli editori e per le librerie medio-piccole, che favorisce anche la diffusione di una cultura del territorio”. L’articolo Editoria: SIL Confesercenti, tax credit si conferma un successo, ma è l’unico sostegno rimasto al comparto proviene da Sil.

Libri cartacei preferiti dagli italiani “Il ruolo delle librerie indipendenti è fondamentale per la tenuta di tutto il sistema editoriale italiano”.  Così Cristina Giussani, presidente del SIL – Sindacato Italiano Librai Confesercenti – a commento dei dati Istat su “Produzione e lettura di libri in Italia”, relativi all’anno 2022. Infatti, secondo l’Istituto di Statistica, come nel triennio precedente, lo scorso anno le librerie indipendenti sono risultate il canale di commercializzazione che consente i maggiori ricavi a gran parte degli editori (61,7%), seguite a distanza dagli store on-line italiani (59,8%). “Altro dato interessante per i librai – continua Giussani – è che il formato cartaceo resta il preferito degli italiani. Nel 2022, infatti, sono 19 milioni 113mila i lettori di libri cartacei, il 34,1% della popolazione di 6 anni e più, pari all’86,9% dei lettori. In questo il ruolo della libreria è essenziale: tenere in mano un volume, girarne le pagine, fa venire voglia di acquistarlo”. “Lo stesso dicasi per le biblioteche, presidio fondamentale per far crescere la lettura nel Paese e ridurre le disuguaglianze. Per questo il nostro sindacato si sta battendo anche affinché il fondo per le biblioteche venga confermato, in quanto importantissimo non solo per gli attori della…

Leggi tutto

10/34