Assoterziario

Archivi categoria: COMUNICATI

Sconto di 30 centesimi esteso fino al 17 ottobre Leggi comunicato: Link

 “Sanzioni per chi non rispetta la legge sul libro e accordo di filiera per l’editoria scolastica” Ampliamento del Tax Credit per le librerie e misure per evitare bandi al massimo ribasso da parte delle biblioteche. Ma anche controlli e sanzioni per chi non rispetta la Legge di Promozione del libro e della lettura e interventi per permettere alle librerie e cartolibrerie del territorio – il canale più idoneo per la distribuzione dei testi scolastici – di continuare a svolgere il loro ruolo, senza essere penalizzate. Tra queste, un accordo di filiera, garantito dai ministeri competenti, che assicuri a librerie e cartolibrerie un margine economico minimo che consenta la prosecuzione della loro attività, sotto l’aspetto della sostenibilità economica della gestione. Sono queste alcune delle proposte che il Sindacato Italiano Librai (Sil-Confesercenti) ha inviato oggi alle forze politiche, in vista delle consultazioni elettorali del prossimo 25 settembre. “L’auspicio – sottolinea la presidente del Sil Cristina Giussani – è che si continui sulla strada intrapresa con il precedente governo che punta a fermare l’emorragia dei punti vendita e ad incentivare la diffusione della lettura. Chiediamo, dunque, che venga concluso l’iter della legge di filiera, che prevede sostegni per la digitalizzazione delle librerie, gli…

Leggi tutto

FAIB, MIGLIAIA DI IMPIANTI A RISCHIO CHIUSURA Senza un intervento immediato per attutire l’impatto degli aumenti di energia le piccole imprese della distribuzione carburanti si troveranno a pagare una bolletta da 220 milioni di euro nel 2022, con una differenza di circa 127 milioni di euro in più rispetto al 2021, pari ad un rincaro medio del 138{ffbb18d12cf4426f58426d3e01c7be157cedb7a9c4c458f485e60babb6aa72cf}, senza contare le punte degli aumenti che arrivano alla triplicazione dei costi. L’allarme è di Faib Confesercenti, formulato sulla base delle tariffe attuali di luce e gas e sulle bollette dei propri associati. Sulla rete carburanti, infatti, la spesa per energia elettrica è passata dal 12 al 28{ffbb18d12cf4426f58426d3e01c7be157cedb7a9c4c458f485e60babb6aa72cf} dell’incasso del gestore. La spesa media per le tariffe corrisponde a quasi la metà delle entrate. Per il Presidente Faib Giuseppe Sperduto si tratta di “una stangata insostenibile, che rischia di mettere fuori mercato migliaia di attività, entro la fine dell’anno.” A preoccupare Faib è l’effetto tenaglia, in quanto i rincari avranno un effetto negativo anche sui consumi di carburante, con un ulteriore danno per i gestori che operano a margine fisso. Bollette e inflazione, infatti, stanno spingendo le famiglie a ridistribuire le spese familiari, incidendo anche su quelle per i carburanti. “Senza sostegni…

Leggi tutto

  Energia: Confesercenti, maxi-bolletta da 11 miliardi in arrivo per le piccole imprese di turismo e terziario

Ogni anno assistiamo alla consueta corsa al sensazionalismo che definisce stangata economica il ritorno sui banchi di scuola e mette alla gogna un intero comparto economico. La situazione è in realtà un’altra, si tratta solo di fake news e i tanto temuti e spesso solo annunciati aumenti non ci saranno. Così SIL Confesercenti, il sindacato che rappresenta librai e cartolibrai italiani. Per i libri di testo – continua il SIL – l’incremento di prezzi rispetto all’anno precedente è stato il solito 2{ffbb18d12cf4426f58426d3e01c7be157cedb7a9c4c458f485e60babb6aa72cf} circa, con i tetti di spesa istituiti nel 2011 dal Ministero della Cultura, e ormai fermi nell’importo dal 2014, che continuano a svolgere un’azione calmierante sulle dinamiche della spesa. Per il cosiddetto corredo, invece, si registrano incrementi che sono in linea con l’attuale tasso di inflazione e che risentono ovviamente del quadro economico generale. Nel dettaglio, secondo rilevazioni SIL, per la prima media il tetto di spesa per i libri è di 294 € più 80 € di corredo scolastico per tutto l’anno, in seconda media 117 € per i libri e 80 € di corredo, in terza 132 € per i libri e 70 € di corredo. Passando alle scuole superiori, SIL Confesercenti ha calcolato la spesa…

Leggi tutto

È stato pubblicato dalla Direzione generale Biblioteche e diritto d’autore il Decreto di approvazione dell’elenco delle librerie di qualità per il triennio 2021-2023. Un marchio che il Sil ha sempre fortemente sostenuto, in quanto siamo certi contribuirà ad una crescita dei negozi fisici ed a una maggiore qualità del servizio, a vantaggio degli acquirenti”. Così Cristina Giussani Presidente dei Sindacato librai Confesercenti che sottolinea: “Il provvedimento, parte della legge del libro, porterà le librerie ad ampliare i titoli in catalogo, a partecipare alla vita culturale dei luoghi nei quali sono situate, attraverso incontri con gli autori, a collaborare con le istituzioni, le biblioteche ed i circoli, al fine di creare circuiti virtuosi che invoglino alla lettura”. “Ritengo – prosegue la Presidente del Sil – sia anche un elemento a garanzia dei consumatori che vedranno certificata la qualità degli esercizi, i quali dovranno assicurare elevati standard, non solo in termini di assortimento, ma di attività, consulenza e intrattenimento”. “L’auspicio – conclude Giussani – è che un meccanismo così virtuoso venga agevolato da sostegni mirati e che i librai non perdano questa grande e importante occasione di crescita che porterà le librerie ad essere non più solo esercizi di vendita, ma veri…

Leggi tutto

 “I dati dell’Osservatorio sulle Comunicazioni pubblicati da Agcom oggi fotografano un settore davvero in crisi con vendite dei quotidiani in flessione dell’8,5{ffbb18d12cf4426f58426d3e01c7be157cedb7a9c4c458f485e60babb6aa72cf}, sul corrispondente valore 2021 e del 31,6{ffbb18d12cf4426f58426d3e01c7be157cedb7a9c4c458f485e60babb6aa72cf}, sui corrispondenti livelli di vendita 2018. Per questo auspichiamo che il governo, in questa fase di disbrigo degli affari correnti, proceda con quegli interventi a sostegno del comparto, richiesti, da tempo, da tutta la filiera”. Così la Fenagi Confesercenti che aggiunge: “A preoccuparci è il dato sulle copie vendute quotidianamente in formato cartaceo sceso, nei primi mesi del 2022, del 9,3{ffbb18d12cf4426f58426d3e01c7be157cedb7a9c4c458f485e60babb6aa72cf} rispetto al 2021 e del 35,5{ffbb18d12cf4426f58426d3e01c7be157cedb7a9c4c458f485e60babb6aa72cf} sul 2018”. “Ci uniamo – conclude Fenagi – all’appello lanciato nei giorni scorsi della Fieg e chiediamo che l’esecutivo definisca le misure per l’utilizzo delle risorse già stanziate nel Fondo straordinario per l’editoria 2022”.  

Bene anche convocazione seconda riunione Tavolo editoria scolastica “Accogliamo con soddisfazione sia le dichiarazioni fatte dalla Vicepresidente della Commissione Cultura della Camera, Paola Frassinetti e dal Capogruppo di FdI in Commissione Cultura della Camera Federico Mollicone di supportare le famiglie nell’acquisto di libri scolastici che la convocazione, da parte del MIUR, della seconda riunione del tavolo attivato per risolvere la questione dell’editoria scolastica. La trasversalità dell’impegno sul tema di tutte le forze politiche ne dimostra l’importanza per il Paese”.  Così Cristina Giussani Presidente del Sindacato italiano librai che aggiunge: “È dall’inizio della pandemia che chiediamo, come Sil, agevolazioni per l’acquisto dei testi scolastici: oggi si rendono più che mai necessarie, in un momento storico così difficile, per molti genitori, che si trovano a fare i conti, ogni giorno, con aumenti, anche di beni primari”.  “Bene anche la convocazione della seconda riunione del tavolo sull’editoria scolastica per il 12 luglio – aggiunge la Presidente del Sil. Da tempo, come Sindacato, chiediamo al Ministro l’impegno a procedere al più presto con una riforma del sistema di distribuzione dei libri di scuola che preveda un nuovo sconto massimo praticabile al pubblico”. “Importante – conclude Giussani – è che tutte queste iniziative identifichino librerie…

Leggi tutto

“Se ne va un grande imprenditore, con una storia eccezionale. Un uomo che, partendo dal nulla, è diventato una figura chiave nello sviluppo dell’economia italiana”. Così FIO, la Federazione Italiana Ottici Confesercenti, commenta la scomparsa di Leonardo Del Vecchio, fondatore di Luxottica.  “In particolare, Del Vecchio ha dato un contributo senza uguale all’industria ottica italiana, guidandone l’innovazione e l’espansione nei mercati internazionali. Un successo di cui ha beneficiato tutta la filiera, ottici inclusi, creando lavoro e ricchezza”. “Del Vecchio – dice il Presidente FIO Vittoriano Farsetti – è stato un grandissimo imprenditore, capace di rendere l’occhialeria italiana protagonista nel mondo. Un modello di competenza e lungimiranza ed un esempio per tutti quei giovani che vogliono fare impresa nel nostro settore”. “Esprimo a nome mio e di tutta la FIO – conclude Farsetti – le più sentite condoglianze alla famiglia e tutta la nostra vicinanza per questa grande perdita”.

Il governo non scarichi sui gestori il caro benzina e riconvochi subito il tavolo di filiera I prezzi carburanti continuano a correre, nonostante il taglio delle accise sia ancora attivo (-30,5 cent al litro fino all’8 luglio, con probabile proroga) e l’Opec+ abbia annunciato l’incremento della produzione. A condizionare il mercato è il fenomeno speculativo a livello internazionale, che spinge sopra i 2 euro al litro i carburanti, con ripercussioni pesantissime per i consumatori e insostenibili per i gestori che vedono diminuire progressivamente la propria redditività, scesa all’1,5{ffbb18d12cf4426f58426d3e01c7be157cedb7a9c4c458f485e60babb6aa72cf}, a fronte dell’esplosione dei costi di gestione. Per Faib Confesercenti, ancora poche settimane e il settore rischia il collasso. L’Italia deve porre con urgenza in sede europea un argine alla speculazione internazionale e imporre un tetto ai prezzi d’acquisto di carburanti e gas. In un mercato globalizzato una scelta nazionale potrebbe determinare carenze di approvvigionamenti, costi insopportabili e conseguenze gestionali imponderabili. Fa arrabbiare l’accanimento rivolto dalle autorità verso i prezzi praticati dai gestori, che di fatto sono imposti dalle aziende fornitrici, e osservare che traders acquistano e vendono – indisturbati – titoli petroliferi e realizzano ingenti guadagni facendo innalzare i prezzi; allo stesso tempo appare oggi insostenibile la gestione della rete carburanti…

Leggi tutto

100/111